Area Archeologica e Centro Visita di Carsulae
L’area archeologica ed il Centro Visita “U. Ciotti” di Carsulae si trovano nel Comune di Terni e per una piccola parte anche nel vicino Comune di San Gemini, a 20 minuti di automobile dalla Cascata delle Marmore.

Si tratta di una città romana, la cui area urbana sorge su un pianoro calcareo, in una zona ben esposta e certamente ricca di sorgenti, attraversata, dal 220 a.C. dal ramo occidentale della via Flaminia, che divenne certamente veicolo di traffici e di risorse economiche per questa zona e che proprio per questo viene considerata come causa stessa della fondazione del centro, avendo richiamato le popolazioni sparse nel territorio circostante: l’acqua che scorre abbondante sotto terra, ha avuto un ruolo centrale per la fortuna della città, come testimoniano anche le tante cisterne di raccolta ritrovate.
Dell’area urbana è attualmente visibile la parte centrale, corrispondente con la piazza del foro, che restituisce i basamenti di due templi gemelli, probabilmente dedicati a Castore e Polluce. La via Flaminia costituisce il cardo massimo della città e corre ai piedi della sostruzione del foro, dividendolo dalla basilica.
A nord è visibile il c.d. Arco di S. Damiano, originariamente corrispondente con una delle porte d’accesso della città, dopo il quale si imposta la necropoli monumentale di epoca imperiale, di cui sono attualmente visibili tre monumenti funerari.
Il limite est della città, infine, ospita gli edifici per gli spettacoli, teatro ed anfiteatro, costruiti in rapida successione e sostanzialmente in asse l’uno con l’altro.
Data l’assenza di un circuito murario difensivo, risulta attualmente difficile ipotizzare quale fosse l’estensione originaria della città.
La fase repubblicana della città è quella attualmente meno nota, vista la massiccia opera di monumentalizzazione avviata in epoca augustea, che ha dato alla città la maggior parte degli edifici e l’assetto che possiamo riconoscere ancora oggi e che è andata a modificare in maniera sostanziale quella che era la situazione precedente.
L’ultimo documento epigrafico è del IV sec. d.C. e dopo di questo abbiamo un generale silenzio, sia delle fonti letterarie che di quelle epigrafiche, dati questi che ben si collegano con i materiali provenienti dagli strati di abbandono che coprivano le strutture individuate nel corso delle ultime campagne di scavo presso l’Arco di S. Damiano, che hanno restituito frammenti ceramici databili tra la fine III e il IV sec. d.C. Di certo a questo abbandono contribuì anche il declino del ramo occidentale della Flaminia, che a partire dal IV sec. d.C. fu gradualmente soppiantato da quello orientale.

Dopo le principali e sistematiche campagne di scavo intraprese da U. Ciotti tra gli anni ’50 e primi anni ’70 del secolo scorso, le nuove indagini intraprese dal 2012 presso la zona nord-est della città e tutt’ora in corso, hanno riportato alla luce un complesso di strutture che presenta almeno tre fasi edilizie, comprese tra l’epoca tardo-repubblicana ed il IV sec. d.C.: una serie di installazioni produttive e commerciali parte forse di una sorta di quartiere industriale della città, non a caso posto al limite nord, in un’area periferica.

Uno degli aspetti più interessanti e stimolanti, anche per gli addetti ai lavori, è il fatto che circa il 90% della città è ancora sotto terra, ed attende di essere scoperto.

Il Centro Visita “U. Ciotti” ospita numerosi materiali emersi dalle campagne di scavo degli scorsi decenni, oltra alla biglietteria, una biblioteca, la sala polifunzionale “C. Perissinotto”, ed un’aula didattica. All’interno dell’area archeologica è presente anche un magazzino visitabile, ove poter ammirare ulteriori reperti in fase di restauro e catalogazione.

Come raggiungerla: imboccando la superstrada E45 in direzione Perugia, prendere poi l’uscita “Sangemini Nord”, allo stop girare a sinistra e seguire l’indicazione “Rovine di Carsulae”.

Il BIGLIETTO INTEGRATO dà la possibilità al turista di risparmiare e visitare ben 5 musei: comprende il sito archeologico di Carsulae, l'area museale Caos ex Siri, la mostra permanente di Paleontologia e l'Anfiteatro Romano (su prenotazione). Basta richiederlo alle biglietterie del Caos o dell'area archeologica di Carsulae.

Orari: aperto tutti i giorni, tranne il 25 dicembre e 1 gennaio. Ora legale: 8.30-17.30. Ora solare: 8.30-19.30

Indirizzo: Strada di Carsoli 8 - Terni

Web: www.carsulae.it

Mail: info@carsulae.it

Tel: 0744334133


bannerPopup

Orari Agosto

Apertura
Parco
Apertura
Acqua
Feriali 10.00 - 22.00 dalle 11.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 18.00
dalle 21.00 alle 22.00
Sabato e Domenica 9.00 - 22.00 dalle 10.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 22.00
Festivi e Speciali:
15/8
16/8
9.00 - 22.00 dalle 10.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 22.00

Scegli la tua visita guidata

Agosto 2017
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19

Belvedere Inferiore
P.le F. Fatati 6
Terni

Belvedere Superiore
Voc. Cascata 30
Terni

Tel. 0744 62982
Fax 0744 362231
actl alis sistema museo civita adb