Da vedere

Filtra per Categoria

Città di Terni
[Città di Terni]

  • Conosciuta soprattutto come “città dell’acciaio” Terni e il ternano offrono, al contrario, una serie importante di attrattive: si va da beni culturali preziosi a bellezze naturali mozzafiato; da opere dell’ingegno umano che affondano le loro radici nelle epoche più remote ad architetture contemporanee nate dai progetti di Ridolfi, Frankl, Bazzani; dai richiami al mondo religioso a quelli ben più terreni costituiti dalla buona cucina e dalle specialità gastronomiche. La nascita di Terni è stata fissata dagli storici pochi anni dopo quella di Roma: Interamna si chiamava con l’aggiunta della specificazione Nahars, perché tra le tante città sorte alla confluenza di due fiumi, questa era lungo il Nera. Quel fiume che fu culla di civiltà molto più antiche, che vivevano in agglomerati di cui sono state ritrovate le testimonianze in numerosi punti a ridosso del fiume, ma anche sui monti che costituiscono la cornice alla vallata ternana. Una grande necropoli utilizzata dal X al VII secolo a.C. si distendeva dall’attuale stazione ferroviaria fino al sito che ospita le grandi acciaierie. In epoca romana ebbe lustro dal fatto che si ritiene fosse la patria di Cornelio Tacito e di due suoi discendenti entrambi imperatori romani, Marco Claudio e Annio Floriano. Attraversata dalla via Flaminia annoverò grandi costruzioni di cui rimane un ampio anfiteatro e templi pagani in gran parte diruti e trasformati in chiese. Nel periodo delle persecuzioni contro i cristiani a Terni fu sepolto San Valentino, martire e primo vescovo della città, oggi suo santo patrono oltre che patrono degli Innamorati, venerato in una basilica costruita sul luogo della sua sepoltura. Il rapporto stretto con Roma, la curia e il governo pontificio, portò a Terni nuova ricchezza. Le famiglie più in vista della città hanno espresso cardinali e uomini di vertice dell’amministrazione statale della Chiesa, ottenendo lustro e disponibilità economica. Da qui il fiorire di palazzi nobili. L’interesse dei ternani per Roma fu molto stretto anche in epoca risorgimentale: da qui partirono numerose spedizioni per la liberazione di Roma, e un rapporto particolarmente vivo con Giuseppe Garibaldi. I 198 bombardamenti aerei della seconda guerra mondiale e l’industrializzazione mutarono fortemente il volto della città che fu ricostruita con la guida di un architetto geniale come Mario Ridolfi. Basta uscire dalla città per trovare nelle immediate vicinanze altri centri d’interesse: Carsulae, una miniera d’importanti reperti dell’epoca Romana. La cascata delle Marmore, la più alta d’Europa, affascinante spettacolo, i sentieri che permettono di avvicinarsi in sicurezza alla schiuma e al rombo delle acque. Piediluco, un lago che sembra essere stato catapultato vicino Terni dalle regioni alpine. Opere ormai annoverabili tra le più singolari dell’archeologia industriale, come la centrale di Galleto. Cesi, borgo medievale ricco di storia e di monumenti collegato al misterioso sito archeologico di Sant’Erasmo. La Valnerina ternana con lento scorrere del fiume a lambire borghi fortificati medievali.
    Leggi Tutto
bannerPopup

Orari Luglio

Apertura
Parco
Apertura
Acqua
Feriali 10.00-22.00 dalle 11.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 18.00
dalle 21.00 alle 22.00
Sabato e Domenica 9.00 - 22.00 dalle 10.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 19.00
dalle 21.00 alle 22.00

Scegli la tua visita guidata

Luglio 2017
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20

Belvedere Inferiore
P.le F. Fatati 6
Terni

Belvedere Superiore
Voc. Cascata 30
Terni

Tel. 0744 62982
Fax 0744 362231
actl alis sistema museo civita adb