VIAGGIATORI NEL TEMPO _ 5 agosto 1784
Pubblicata il 05 Agosto 2017

Gustavo III, re di Svezia dal 1771 fino alla sua morte nel 1792, fu un benemerito protettore della letteratura e delle arti, fondando nel 1786 l'Accademia Svedese che oggigiorno assegna il Premio Nobel per la letteratura. A Gustavo va dato anche il merito di aver creato il Museo delle Antichità, il più antico museo svedese, che contiene opere classiche acquistate dal re nei suoi soggiorni in Italia tra il 1783-1784.

Proprio in Italia Gustavo scese una prima volta in incognito nel 1783, celandosi dietro il nome di conte di Haga, per evitare il rischio di truffe. Tanto che il suo agente personale, il giovane figlio del celebre architetto Giambattista Piranesi, mise in burla la sua passione per le opere d’arte e gli oggetti d’antichità: «Il conte di Haga che molto vede e poco paga», scrisse del re di Svezia.

Tuttavia, l'anno successivo Gustavo III tornò di nuovo in Italia e quella volta acquistò, eccome, tantissime opere. Soprattutto numerose vedute di paesaggi e monumenti italiani, oggi conservate tra il Palazzo Reale e la Galleria Nazionale di Stoccolma e il Castello di Drottningholm. Nel tragitto da Loreto a Roma, raggiunse anche la Cascata delle Marmore, il giorno 5 agosto, come riportato nel suo Diario di viaggio.

Che il sovrano abbia ammirato lo spettacolo della caduta dell'acqua è certo, dal momento che sappiamo che a Roma incontrò papa Pio VI, che lo accompagnò personalmente a visitare i Musei Vaticani, come ricordato da un dipinto dell’epoca. Pio VI fu il pontefice che più di ogni altro nella storia si occupò di sistemare l'area della Cascata per risolvere il problema secolare delle piene e anche per consentire una visita comoda, costruendo appositamente la torre della Specola, che oggi costituisce il Belvedere Superiore.

La notizia delle meraviglie viste da Re in Italia si diffuse tra i suoi sudditi: questo è comprovato dalla fama che la Cascata delle Marmore acquisì nelle generazioni successive presso gli artisti svedesi. Ad esempio il pittore Carl Johann Billmark se ne innamorò così tanto da disegnare e produrre una delle più belle incisioni mai realizzate del paesaggio umbro, datata 1852.

bannerPopup

Orari Settembre

Apertura
Parco
Apertura
Acqua
Feriali 10.00 - 22.00 dalle 11.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 16.00
dalle 20.00 alle 21.00
Sabato e Domenica 9.00 - 22.00 dalle 10.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 18.00
dalle 20.00 alle 21.00

Scegli la tua visita guidata

Settembre 2017
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24

Belvedere Inferiore
P.le F. Fatati 6
Terni

Belvedere Superiore
Voc. Cascata 30
Terni

Tel. 0744 62982
Fax 0744 362231
actl alis sistema museo civita adb